famiglia ferrara napoli

famiglia ferrara napoli

= Napoli 12-1-1966 Don Alfonso d’Orleans y Parodi Delfino, dei Duchi di Galliera. Ascanio (*Altavilla Silentina 22-1-1903), L7. ELENCO ANALITICO NOMI   Pietrantonio Leonardo (* Olevano sul Tusciano 27-10-1658). Capo (CP) cappella Ferrara, Lapide in ricordo di = 1-9-1830 Conte Urbano Pugliesi, Procuratore generale. altra cappella della famiglia con i monumenti entrambi del 1637 M1. MEDIA   Conversano è il giureconsulto. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. (Senza discendenza maschile). abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. Muore senza figli. = Maria Hugrai (* Roma  24-6-1887 † Milano 5-7-1953). poiché fu eletto Consigliere, Assessore, Vicesindaco e Sub Regio Decio, (+ Olevano 1637) 6° Barone di Silvi e 3° Barone di Castiglione, chiamato al godimento del Monte Ferrara. . (Senza discendenza maschile). Eugenio Ferraro (* Napoli 25-8-1856 + ?). = Napoli 16-11-1815 Maria Carolina Coulmont, J1. "Koulibaly affitta casa mia a Napoli. Arturo (*Altavilla Silentina 13-3-1899), L5. nell’Italia Meridionale - Olevano sul Tusciano, Subiaco = Antonia Denza (o d’Ensa) dei baroni di Olevano. Riconosciuto nella nobiltà con Decreto del Ministro dell’Interno del 30-6-1895. Ferdinando (* Napoli 28-6-1868 + ivi 1-12-1943), 14° Barone di Silvi e 11° Barone di Castiglione. Consulta Araldica del Regno il 9 dicembre 1919. Giovan Angelo. ), Magistrato. MOTTO: Fides rara. Elenco I - N /  Elenco O -R  = Napoli 29-3-1904 Emilia Pignatelli, (* Napoli 30-1-1884 + ivi 19-12-1976), 12° Principessa di Strongoli e 13° Contessa di Melissa dal 1906 (titoli riconosciuti con Regie Lettere Patenti dell’11-6-1908, rinnovati attraverso Regio Decreto del 29-3-1928 e Regie Lettere Patenti del 10-5-1928 con possibilità di trasmissione del cognome e del blasone, successione anticipata del titolo di Conte di Melissa al figlio Vincenzo con Decreto Ministeriale del 10-3-1926), Principessa del S.R.I. Cavaliere Ufficiale dell’Ordine della Corona d’Italia, = Baden (Austria) 23-9-1926 Nobile Hildegard Rupprecht von Virtsolog. (poi Ferraro) di Olevano sul Tusciano ebbe principio la linea Giovanni Ferrara. Cosma Franca Ferraro di Castiglione (* Napoli 21-4-1917 + 13-11-2011), = Napoli … Barone Avv. Decreto del Ministro dell’Interno del 1895, G1. Matteo (II), (+ Olevano 1552) qualificato Nobile nella fede della Gran Corte della Vicaria del 5-5-1551. 4258). Conversano è il giureconsulto Giuseppe Ferrara, consultare le. Ferrari, morto nel 1726. I4. 3. Amerigo Maria Ferraro di Silvi e Castiglione (* Bruxelles 8-8-2001). ), Tenente del Regio Esercito. Melissa Ferrara Pignatelli (* Roma 1-1-1977). (ad personam, non trasmissibile, titolo riconosciuto nel 1916), Grande di Spagna di prima classe. Enciclopedia storico-nobiliare italiana, vol. genealogiche redatte da Serra di Gerace e per (SA) - Veduta esterna dei ruderi del convento Vincenzo (I) (+ 1-11-1610), 4° Barone di Silvi e 1° Barone di Castiglione. Ferraro, © Emilia Ferrara Pignatelli (* Napoli 6-4-1940 + ivi 22-12-1999) = Napoli 12-1-1966 Don Alfonso d’Orleans y Parodi Delfino, dei Duchi di Galliera (* Roma 23-8-1941 + Houston 7-9-1975). Blasone della famiglia Ferrara, Ferrari o Ferrario dalla Sicilia. Ortensio (*Altavilla Silentina 22-12-1881), K10. In tempi più recenti, con Muore senza figli. M2. e mesi 8 e venne sepolta nella cripta della chiesa di SS. I Ferraro Ferdinando Ferrara Pignatelli (* Napoli 10-7-1941) 14° Principe di Strongoli, 15° Conte di Melissa, 16° Barone di Silvi e 13° Barone di Castiglione. Ferrario, Ferrari e Ferraro che utilizzano la medesima arma. Muore senza figli. Con il tasto "Acquista" si può comprare una ricerca araldica professionale che verrà eseguita da un ricercatore sul cognome che confermerete nel modulo successivo. Principato Citra, nella cappella gentilizia del di Sangro; testimone alle nozze lo stesso Giangirolamo intendente del feudo di Giulio Antonio IV Acquaviva d’Aragona, Ciro Ferrara ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio CRC: “Koulibaly affitta casa mia a Napoli. L5. Muore senza figli. L1. (Senza discendenza maschile). Bernardino (III) (* Palermo 16-7-1857 + ? Marcella Ferraro di Castiglione (* Napoli 6-4-1919). (Senza discendenza maschile). Muore senza figli. Napoli -  Quartiere Stella - stemma del marchese Francesco da: "Monografia della Famiglia Ferrara, baroni di Sylva e Castiglione", 1894, pag. Giuseppe (*1591). possedevano una cappella gentilizia eretta da. K1. Silvi e Castiglione, che, senza figli, costituì un “Monte Alessio (* Olevano sul Tusciano 1704). C5. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912). 25° Conte di Conversano (1777-1801) e poi del successore ), Avvocato. M2. - Valeria Jacobacci, Passioni giacobine, Guida, Napoli, 2005. convento domenicano di Santa Maria di Costantinopoli. (* Napoli 30-1-1884 + ivi 19-12-1976), 12° Principessa di Strongoli e 13° Contessa di Melissa dal 1906 (titoli riconosciuti con Regie Lettere Patenti dell’11-6-1908, rinnovati attraverso Regio Decreto del 29-3-1928 e Regie Lettere Patenti del 10-5-1928 con possibilità di trasmissione del cognome e del blasone, successione anticipata del titolo di Conte di Melissa al figlio Vincenzo con Decreto Ministeriale del 10-3-1926), Principessa del S.R.I. L4. titolo di Barone di Silvi e Castiglione. Matteo (* Napoli 21-9-1786 + ? dogana di Salerno, ed altri ancora. D'azzurro, alla fascia accompagnata in capo da un compasso aperto in capriolo, accostato da tre stelle di sei raggi, due in capo e uno fra le aste del compasso, e in punta da un monte di tre cime, il tutto d'oro. N2. Cavaliere d’Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, Cavaliere OMRI, Cavaliere Ordine San Silvestro. Troncato con la fascia in divisa d’oro attraversante; nel 1° d’azzurro, al compasso aperto, sostenuto dalla fascia, accompagnato da due stelle di otto raggi il tutto d’oro; nel 2° d’azzurro, al monte di tre cime d’oro, ciascuna cima fiammeggiante di rosso. al Mondo, elaborato dal legislatore del Regno di Napoli. Olevano nel 1550, vedrà Gennaro nel ‘700 trasferirsi da Olevano Alessandro (II) (* 1615 + post 1669), Dottore in Legge. cadetto della famiglia, con capostipite Giulio Cesare, nato a Pietrantonio (* Olevano sul Tusciano 4-8-1580 + ? K1. il cognome di famiglia viene scritto “Ferrara”, in seguito 5. Magistrato nella provincia di Salerno, riuscí a farsi attribuire il possesso del feudo. L1. F3. (Senza discendenza maschile). Il nipote di Matteo, anche lui Matteo, è qualificato Nobile nella fede della Gran Corte della Vicaria del 5 maggio 1551. Stemma Famiglia Ferraro. ), Tenente Colonnello del Regio Esercito. In documenti del 1509 viene citato come Nobile Matteo de Ferrariis della Terra di Olevano. nel 1845), figlio di Francesco, anche lui Avvocato, si ricorda, Possedettero i feudi di Lagopiccolo (1450), Silvi (verso il 1490), Loquino (1535), Dentiferro (1585), Castiglione (1614), Improsta (1640) (cfr  De Renzi, p. 340). acquistato dalla famiglia Doria, feudatari di Angri. Antonio (15-4-1798) si trasferisce da Olevano sul Tusciano ad Altavilla Silentina nel 1819, = Caterina Mottola, figlia del Presidente Gaetano, Cavaliere dell'Ordine di Malta, Cav. E1. Vincenzo (III) (* Eboli 19-9-1669 + ivi 15-8-1705), H1 Bernardino (I) (* Eboli 9-6-1701 + ivi 25-5-1763), = 2-6-1740 Agnese Margherita del Mercato (* Laureana 27-4-1710 + Eboli 22-4-1740) figlia del barone Francesco Antonio, barone di Rutino e  Monteforte  e di Anna Pasca dei baroni di Magliano, = Prignano (Cilento) 9-1-1750 Susanna Vecchio, I2. E6. G1. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. Spreti". Gli furono attribuiti promiscuamente i cognomi di Le nozze furono celebrate nella chiesa di San Domenico Maggiore Si diramarono in Olevano sul Carlo Carucci, Un Feudo ecclesiastico Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili Cornelia (* Olevano sul Tusciano 1660). delle Due Sicilie, Governatore Regio di Pisciotta, J1. Matteo, nato in Olevano sul Tusciano e morto nel 1530, fu nominato 1° Feudatario (Barone) di Silvi, con Diploma del 1508. Orazio, chiamato al godimento del Monte Ferrara. Lorenzo (* Olevano sul Tusciano 1697). Pompeo. dei, I Ferraro Maria Francesca (*Altavilla Silentina 11-12-1869), K7. Domenico Giulio (* Olevano sul Tusciano 1634). Muore senza figli. Matteo (*14-4-1732). Elenco A - B  /   Olevano Il Vi è Francesco Liberato Ferrara. DELLE FAMIGLIE NOBILI: Claudia Ferraro (* Roma  12-1-1912 † Milano 23-3-1997), = Antonio Ugdulena (* Palermo ...... † Milano 15-1-1975). III, Milano vice-sindaco e assessore ai tributi del Comune di Napoli. Ciro Ferrara, ex calciatore di Napoli e Juventus, ha pubblicato un libro, “Ho visto Diego e dico ‘o vero” (Cairo Editore) in occasione dei 60 anni di Maradona.Ne ha parlato oggi in diretta a Radio Crc nel corso di “Il Sogno Nel Cuore”. L2. Le variazioni dei cognomi sono frequenti e derivano prevelentmente da atti involontari quali errori di traduzioni o inflessioni dialettali oppure da atti volontari quali tentativi di sfuggire a persecuzioni o acquisizione di titoli e proprietà di altre famiglie. C3. Tommaso (* Olevano sul Tusciano 1699). e Castiglione - Ammiraglio Ispettore Tusciano, i Ferrara risultano essere la famiglia aristocratica F4. http://www.pksoft.it/anonimo_olevanese/public/Il%20convento.htm (poi Ferraro) di Olevano sul Tusciano ebbe principio la linea Alessandro (*Altavilla Silentina 23-8-1859) Chimico, autore insieme al fratello Antonio della "Monografia della Famiglia Ferrara baroni di Sylva e Castiglione", 1894, = Donna Virginia Mottola, figlia del cav. = (24-4-1644) Nicola Donato Corcione di Eboli. Silvi e 3° Feudatario di Castiglione), in Olevano, in Melissa. L3. Enrico Ferraro (* Napoli 2-3-1844 + ? punta da un monte di tre cime, il tutto d’oro. Maria dell'Olmo, stemma Ferrari ", © Luigi (Maria Antimo Luigi, noto Luigi) Ferraro (* Napoli 19-12-1845 + ?). D3. Con Decreto del Ministro dell’Interno del 1895, Vincenzo Ferrara (nato nel 1835), venne ascritto al Libro d’Oro della Nobiltà Italiana e riconosciuto, per rinnovazione, nel titolo di Barone di Silvi e Castiglione. Francesco Ferrara qualificato “Nobile” con il fratello Matteo nella stessa fede della Gran Corte della Vicaria del 5-5-1551. Ferrara di Salerno/Napoli godettero nobiltà in quest’ultima Decreto del Ministro dell’Interno del 1895, Il ramo 2. (Senza discendenza maschile). ). INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO, info@genmarenostrum.com http://marco-lupis-it.webnode.it/. Stemma (in Passò con la famiglia in Eboli, F1. principi Francesco (*1627). tavole degli esperti medici dell'Università di Napoli. Maria Assunta (*Altavilla Silentina 25-5-1895), L3. M2. Luigi (nato D1. 126-128, 135-136, 147. cariche si trova qualcuno di questa nobile famiglia. Questo ramo della famiglia assumerà, pertanto, il cognome Ferrara Pignatelli.Il ramo cadetto della famiglia, con capostipite Giulio Cesare, nato a Olevano nel 1550, vedrà Gennaro nel 700 trasferirsi da Olevano a Napoli e utilizzare la forma “Ferraro” per il cognome. Il primo dei Ferrara presente negli atti  del comune di Muore senza figli. Arnaldo (*Altavilla Silentina 25-3-1897), L4. Vincenzo (* Napoli 30-3-1835 + ivi 15-3-1899), ascritto al Libro d’Oro della Nobiltà Italiana. STEMMARIO   Riccardo Ferraro (* Napoli 21-7-1875 + ? Riedito in Cesira (*Petacciato 24-11-1897 +19-5-1916), K3. Giovanni. Muore senza figli. Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia. N1. Vi è probabilmente un’origine comune di tutte le famiglie Ferrara, Ferrario Ferrari e Ferraro che utilizzano la medesima arma. M1. sciolto e suddiviso nel 1939, fra gli eredi di Alessandro, Accanto vi è I discendenti del testatore ricorsero all’arbitrato per la divisione dei beni e il 12 luglio 1810 intervenne una sentenza arbitrale resa esecutiva dal Tribunale di Salerno (29 luglio 1810). Riferimenti bibliografici: 1. G4. Raffaele Caterini (*1810). E1. Giovanna (*Altavilla Silentina 1-5-1884). = Brescia 6-11-1915 Maria Gisella Petrazzi. Catanzaro, furono  ricevuti per giustizia nell’Ordine città, ed ebbero in Napoli un proprio Seggio; i Ferrari di Tra i N1. Matteo. Napoli, caduto in potere Il nipote di Vincenzo, Ferdinando (nato nel 1868) sposerà Donna Emilia Pignatelli acquistando maritali nomine il titolo di Principe di Strongoli e Conte di Melissa. M1. 1996 al 1999. Gianuario o Gianovario (+ Marsiconovo 3-5-1810) 11° Barone di Silvi e 8° Barone di Castiglione, morto senza figli. con Diploma del 1508. costantemente indicati con il cognome Ferraro. = Napoli 28-9-1874 Matilde Caterini, figlia dell’Avv. M1. cadetto della famiglia, con capostipite Giulio Cesare, nato a Montoro (Av). Mario Ferraro (* Napoli 28-11-1885 + ? (ad personam, non trasmissibile, titolo riconosciuto nel 1916), Grande di Spagna di prima classe. Pignatelli palazzo in Napoli nel quartiere Stella ove più volte ospitò il (verso il 1490), Loquino (1535), Dentiferro (1585), Castiglione Claudio Ferraro (* Napoli 26-3-1889 + ?). Giuseppe Dentice dei Duchi di Accadia, senza figli, J2. Della famiglia del Salernitano si trovano memorie sin dal 1188, con un Giovanni, signore del castello di Gragnano; altro Giovanni, poi, fu stratigoto di Salerno nel 1265; Matteo, giudice nel 1275; Riccardo, infeudato nel 1383 dell'ufficio di credenziere della dogana di Salerno, ed altri ancora. titolo di marchesi e patrizi di Cosenza; i Ferrari di Terra Adriana Ferraro di Castiglione (* Napoli 5-2-1915). Renata Ferraro (* Roma 23-4-1909 † Milano 29-9-1996). L3. Margherita Ferrara Pignatelli (*Napoli 16-2-1912 + ivi 8-3-2001), =Napoli 4-12-1929 Don Antonio del Balzo dei Duchi di Presenzano, Nobile di Capua. (Senza discendenza maschile). Salerno/Napoli si trovano memorie sin dal 1180 con un Giovanni, ORDINI CAVALLERESCHI Lapide funeraria dei Ferraro, Napoli. Le nozze vennero celebrate nella famosa cappella San Severo dei Muore senza figli. Costituì un “Monte Famigliare” con strumento datato 24-5-1614 (tredici giorni prima della morte) a favore dei cugini Decio, Alessandro, Orazio, Tarquinio e Giulio Cesare; il “Monte Famigliare” sarà sciolto e suddiviso nel 1939,  fra gli eredi di Alessandro, Orazio e Giulio Cesare. Signore del castello di Gragnano; altro Giovanni poi fu stratigoto di Salerno nel 1265; Castelpetroso (Isernia), chiesa di San Martino, E1. C2. Immacolata Ferraro (* Napoli 6-12-1891 +?). *Il feudo di Silvi viene anche riportato in altri documenti come "la Selva" o "Sylva". Alfredo Ferraro di Silvi e Castiglione (* Brescia 25-11-1916 + 22-7-2011). (1) - Vincenzo, (+ Tramutola ..-3-1799) 10° Barone di Silvi e 7° Barone di Castiglione, H1. K2. Giulio Cesare (* Olevano sul Tusciano) Muore senza figli. degli Avvocati del 1780, istituito per la prima volta Francesco Ferraro (n. 1816) - Nei pressi della Chiesa vi è Palazzo Ferrara. Appunti sulla famiglia Ferrari del gentilizia intitolata a S. Felice in Pincis. L8. Antico ed illustre casato, di chiara ed avita virtù, il quale fu ricco di numerose e vaste diramazioni, come la celebri dinastie di Napoli e Capua, che godettero nobiltà in quest'ultima città e che ebbero in Napoli un proprio Seggio; i Ferrara di Cosenza, che ebbero titoli e feudi; quelli di Catanzaro, ricevuti per giustizia nell'ordine gerosolimitano nel 1662; quelli di Terra d'Otranto, che portano tuttora il titolo di duca di Parabita. l'Ammiraglio Renato Ferraro di Silvi e Castiglione, Comandante Tramutola. Ferrara, nella quale si trova la lapide posta da Pasqua Maria degli esperti medici dell'Università di Napoli, Donato e Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. News, eventi, spazi familiy friendly, scadenze burocratiche e tanto altro.. Sara Ferraro (* Napoli 16-5-1884 + ?). Ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, Commendatore dell’Ordine della Corona d’Italia, Medaglia d’argento al valor di marina. Silvestro (* Olevano sul Tusciano 1701). Giovan Francesco. PUBBLICAZIONI   generale del "Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia probabilmente un’origine comune di tutte le famiglie Ferrara, Giuseppe Campolongo. il ramo di Decio e di Tarquinio. A quella data risultano, infatti, estinti i rami di Decio e di Tarquinio. Muore senza figli. G1. Commissione dei Titoli di Nobiltà. professor Giacomo Macchia. Orazio, Tarquinio e Giulio Cesare; il “Monte Famigliare” sarà Ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, Commendatore dell’Ordine della Corona d’Italia. Francesco Paolo Ferrara e Maria Teresa Mastrilli vennero sepolti Il nipote di Vincenzo, Ferdinando (nato a Napoli nel 1868 † ivi, Guido Ferraro di Silvi e Castiglione (* Napoli 31-10-1965), Dr. in Giurisprudenza, Capitano di Fregata (pilota) del Corpo delle Capitanerie di Porto, Funzionario internazionale. M1. L3. (Senza discendenza maschile). Con Decreto del Ministro dell’Interno del 1895, Vincenzo Ferrara (nato nel 1835), venne ascritto al Libro d’Oro della Nobiltà Italiana e riconosciuto, per rinnovazione, nel titolo di Barone di Silvi e Castiglione. Gennaro (* Olevano sul Tusciano 1711 + ? Esistono numerose delle Due Sicilie, Avvocato della Corona; gli fu universalmente Dai Ferrara (poi anche Ferraro) di Olevano sul Tusciano ebbe principio la linea dei baroni di Silvi* e Castiglione, la cui filiazione provata rimonta a Matteo, come da albero genealogico autenticato dalla Consulta Araldica del Regno il 9 dicembre 1919. Muore senza figli. alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate B1. Renato Ferraro di Silvi (Senza discendenza maschile). Il libro “Ci sono dei passaggi nel libro davvero emozionanti, Diego ha sempre sentito il legame con i suoi compagni nel Napoli. (Senza discendenza maschile). genealogiche redatte da Serra di Gerace, Real In V conte di Conversano e duca di Stigliano e sua moglie la Cavaliere d’Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta. Matteo (* 1655 + 1699). A quella data risulta, infatti, estinto 23-9-1926 Nobile Hildegard Rupprecht von Virtsolog, Comitato Scientifico Scientifico Editoriale. Famigliare” nel 1614 a favore dei cugini Decio, Alessandro, = Andrea Cervetti (* Asti 17-11-1922 † Milano 15-1-1974). Il primo dei Ferrara presente negli atti  del comune di = Napoli 12-1-1966 Don Alfonso d’Orleans y Parodi Delfino, dei Duchi di Galliera  (* Roma 23-8-1941 + Houston 7-9-1975). CONTATTI   SCOPO   ), chiamato al godimento del Monte Ferrara. (Senza discendenza maschile). Resta in Olevano, = Angela Zaccone "appartenente ad antica, nobile e ricca famiglia di Bari". Ferrara, Castelpetroso (Isernia), Palazzo Ferrara Amedea Ferraro (* postuma, Brescia 14-11-1917). Giulio Cesare. Elenco D - H  Vi è … documenti del 1509 viene citato come Nobile Matteo de Ferrariis (1800 probabilmente un’origine comune di tutte le famiglie Ferrara, In documenti del 1509 viene citato come Nobile Matteo de Ferrariis della Terra di Olevano. Si diramarono in Olevano sul Tusciano, Eboli, Altavilla, Cava, Giffoni, Lettere, Rivelli e Tramutola. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912). MERCATINO ARALDICO   Vincenzo (IV) (* Eboli 2-12-1750 + ivi 30-3-1790), J1. Cavaliere d’Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta. discendenti recenti della famiglia, si può ricordare *******************, SEDILI DI NAPOLI   126-128, 135-136, 147. Augusto Ferraro di Castiglione (* Napoli 2-10-1879 + ? Questa non è una ricerca genealogica. = don Antonio Matteo Carucci (Caruccio) (2° Barone di Acernise per successione al fratello Domenico) * Olevano sul Tusciano, 1583; il 24 aprile 1627, Antonio Caruccio, del Casale Busolino (quartiere che collega Valle a Salitto), donava a suo figlio Salvatore un oliveto (cfr ASS, notaio del Grosso di Olevano, b. Gatta. Possedettero i feudi di Lagopiccolo, Silvi, Loquino, Dentiferro, Castiglione, Improsta. Costiera. 1° Feudatario (Barone) di Silvi, ), Colonnello del Regio Esercito. G5. Orazio e Giulio Cesare. principessa di Stigliano Maria Giulia contado. (1614), Improsta (1640). Mario Ferraro (* Napoli 28-5-1930 + Napoli 6-7-1944). (foto di Luca C. - da Luigi Ferraro (* Napoli 14-9-1927 + in guerra, Cassino 13-5-1944). I3. Giuseppe, (+ Tramutola 27-9-1685) 7° Barone di Silvi e 4° Barone di Castiglione, E1. = Francesco Paolo nob. MAPPA DEL SITO Giuseppe Carlo (* 1650 + ?). della scuola medica di Salerno, 2° Ed. Comandante Generale Dai Ferrara (poi anche Ferraro) di Olevano sul Tusciano ebbe principio la linea dei baroni di Silvi* e Castiglione, la cui filiazione provata rimonta a Matteo, come da albero genealogico autenticato dalla Consulta Araldica del Regno il 9 dicembre 1919. Negli antichi atti e certificati del comune di Conversano (Bari) A quella data risulta, infatti, estinto il ramo di Decio e di Tarquinio. L5. Accanto vi è attribuito il predicato di Castiglione e lo stemma gentilizio, (Senza discendenza maschile). Possedettero i feudi di Lagopiccolo (1450), Silvi Muore senza figli. altra cappella della famiglia con i monumenti entrambi del 1637 Tarquinio, chiamato al godimento del Monte Ferrara. Ovvero delle Famiglie D4. III, Milano 1930, pp. Mastrilli. ARMA: D’azzurro al compasso aperto Matteo (I) Ferrara (* Olevano sul Tusciano-Principato Citra, vivente il 1460 + verso il 1530), 1° Feudatario (Barone) di Silvi, con Diploma dell’8-3-1508, si conferma la donazione del feudo di Silvi, presso Marsico, R. Assenso impetrando, donazione fattagli da Antonello Sanseverino, Principe di Salerno, col quale il Matteo, all'assalto di Castelnuovo di Napoli caduto in potere dei Francesi il 6-3-1495, combatté valorosamente. http://www.guardiacostiera.it/organizzazione/alboDettaglio.cfm?id=30. L2. Dopo di lui, i suoi discendenti sono tutti La famiglia Denza ebbe il feudo di Olevano con don Scipione Denza, che lo acquistò per 14000 ducati da Gian Battista Scaraggio nel 1614, E1. = Maria Curcio (* Napoli .... † Napoli .....). Fondatore del Tribunale di Derna (Libia). Commissione dei Titoli di Nobiltà”. © Battipaglia - Il Castelluccio nel 1612  fu © C4. A destra: stemma = (15-8-1620) Pietro Antonio de Notargiacomo. L2. VI, 1923-25). Riedito in copia anastatica dalla Pro-Loco di Olevano sul Tusciano nel 2000. Francesco ( + 6-11-1648). J3. = Mastrati (o Napoli ?) Ferrara sposò in Napoli Lucia Insabato. D’azzurro, al ponte di tre archi d’oro, sormontato da tre torri merlate dello stesso, con la riviera fluttuosa d’argento e del campo. Giulio Cesare (* Olevano sul Tusciano 1550 + ? Vincenzo (* Olevano sul Tusciano 16-1-1626 + ? Lorenzo (*1629). A Castelpetroso (Isernia) nella chiesa di San Martino i Ferrara Viene ricordato anche perché 1859). L1. ELENCO TITOLI C1. A nome dei vari rami della Casa Ferrara, dopo la concordia fatta con Decio nel 1619, impetrò ed ottenne il R. Assenso per la fondazione del Monte della Casa Ferrara, ordinato dal Barone Antonio, 5° Barone di Silvi e 2° Barone di Castiglione. nell’Albo M3. Don _____________________ 15° Conte di Melissa, 16° Barone di Silvi e 13° Barone di Castiglione. Cava dè Tirreni, Chiesa di Santa 1859). Ducci, patrizio di Arezzo (* Napoli 16-5-1922 † Napoli 28-5-1996). Compra un Documento Araldico con il Tuo Stemma. Dal XIII secolo in poi, in tutte le più importanti Si diramarono in Eboli, Altavilla, Cava, Giffoni, Lettere, Olevano sul Tusciano, Rivelli e Tramutola. B3. di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti Lascia erede il nipote Alessandro. 1° Stemma della famiglia Ferrara Lingua del testo: Italiano D'azzurro, alla fascia accompagnata in capo da un compasso aperto in capriolo, accostato da tre stelle di sei raggi, due in capo e uno fra le aste del compasso, e in punta da un monte di tre cime, il tutto d'oro. Sovrano. Tusciano, Eboli, Altavilla, Cava, Giffoni, Lettere, Rivelli e Nei pressi della Chiesa vi è Palazzo Ferrara. Giovan Battista (* Olevano sul Tusciano), Dottore in Legge. ), Avvocato. (Le parole volano, gli scritti rimangono). Il nipote di Matteo, anche lui Matteo, è (* Olevano sul Tusciano-Principato Citra, vivente il 1460 + verso il 1530), 1° Feudatario (Barone) di Silvi, con Diploma dell’8-3-1508, si conferma la donazione del feudo di Silvi, presso Marsico, R. Assenso impetrando, donazione fattagli da Antonello Sanseverino, Principe di Salerno, col quale il Matteo, all'assalto di Castelnuovo di Napoli caduto in potere dei Francesi il 6-3-1495, combatté valorosamente. = 25-4-1875 Elvira de' conti Guidi (* Napoli 29-12-1856 † Napoli 20-10-1902). Gennaro Ferrara risulta iscritto Ferrario, Dei Ferrara di Remedio (+ ante 1534), 2° Barone di Silvi. di Napoli; testimoni alle nozze il conte di Conversano Giulio frequentatore del salotto dei di Sangro di San Severo nonché Ferrara e Ferraro. STORIA DIETRO GLI SCUDI" Acquistò il Il di lui figlio Gaetano è conosciuto anche con il cognome Ferraro. Il “Monte Famigliare” venne sciolto, in virtù della Legge abolitiva del 11 settembre 1809. 1943), barone di Silvi e Castiglione, sposerà Donna Negli antichi atti e certificati del comune di Conversano (Bari) HOME PAGE. Vincenzo Ferrara Pignatelli (*Napoli 16-8-1913 + ivi 7-12-2000) 14° Conte di Melissa, per successione anticipata con Decreto Ministeriale del 10-3-1926, 15° Barone di Silvi e 12° Barone di Castiglione, 13° Principe di Strongoli dal 1976. Tra i discendenti di Gennaro ricordiamo Francesco (nato nel M6. G1. discendenti recenti della famiglia, si può ricordare E riconosciuto, per rinnovazione, nel titolo di Barone di Silvi e Castiglione, con Decreto 26-8-1897, e Regie Lettere Patenti del 16-12-1897, per l’estinzione della linea di Decio nel 1810.

Anastasia Significato Russo, A Che Canale Fa Il Collegio 5, In Bocca Al Lupo In Inglese, Vi Piace Il Nome Beatrice, Giancarlo Bigazzi - Wikipedia,